L’Accordo di Dicembre: niente elezioni a Marzo!

Come scritto poche settimane fa, il 29 dicembre ci sarebbe stato, da parte del primo ministro Stefan Löfven, l’annuncio ufficiale dello scioglimento delle camere, per indire, per la prima volta in cinquant’anni, delle elezioni anticipate.

Invece, non se ne farà nulla.

In questi giorni, i due grandi blocchi (i Rossoverdi e l’Alleanza) hanno infatti tenuto fitti colloqui per risolvere la crisi. In una grande conferenza che ha riunito tutti i partiti del parlamento, esclusi Sverigedemokraterna e la Sinistra, è stato appena annunciato quello che è stato definito come Decemberöverenskommelsen, l’Accordo di Dicembre.

Questo accordo porterà a questa situazione:

  • i due gruppi non si pesteranno i piedi: in primavera ci sarà una nuova votazione sul budget, e l’Alleanza si asterrà. La cosa permetterà al budget di centrosinistra di passare.
  • ci sarà un cambio delle regole. Dal momento che, con l’ingresso in Parlamento dell’estrema destra, il sistema proporzionale puro non garantisce più governabilità, si troverà un sistema per permettere ad un governo di minoranza di poter durare.

L’accordo è stato accolto con molta soddisfazione dalle due parti e, con più moderazione, anche dalla Sinistra, che appoggerà il nuovo budget primaverile.
Meno contenti, ovviamente, i Demokraterna, che hanno annunciato una mozione di sfiducia verso il governo. Inutile dire che non passerà.

Cosa c’è dietro quello che in Italia verrebbe chiamato “inciucio”? L’aspetto fondamentale è quello della governabilità: gli svedesi hanno sempre voluto (e avuto) una situazione di stabilità. Qui è praticamente un dogma: si accetta la vittoria degli altri, si protesta, ma li si lascia governare, nel rispetto delle regole democratiche.
Più realisticamente, c’è poi la paura che i Demokraterna continuino a fare il pieno di voti, confermandosi forza di ricatto che possa pregiudicare il governo di ciascuna delle due parti.
I due grandi blocchi hanno annunciato di avere trovato un accordo sulle politiche dell’immigrazione, ed è da vedere se questo contribuirà a ridurre il successo dell’estrema destra.
Ne riparleremo, però, fra quattro anni.

7 risposte a “L’Accordo di Dicembre: niente elezioni a Marzo!

  1. ci sarà un cambio delle regole. Dal momento che, con l’ingresso in Parlamento dell’estrema destra, il sistema proporzionale puro non garantisce più governabilità, si troverà un sistema per permettere ad un governo di minoranza di poter durare.

    Tutto il mondo è paese: se non piace il risultato, si cambiano le regole.

    Buone feste, comunque🙂

    Liked by 1 persona

  2. Ciao, complimenti per il tuo sito, che sto seguendo da un po’ sia perché sono innamorato della Svezia sia perché nella seconda metà dell’anno prossimo credo mi trasferirò li (a Karlstad) per essere assunto direttamente dalla mia casa madre svedese per cui lavoro (come filiale italiana) da 14 anni. Vedo che questo accordo cambierà le regole per l’immigrazione (che se non sbaglio si erano semplificate recentemente).. Mi sai dare qualche dettaglio in più per cortesia? Immagino aumenterà il grado di severità, purtroppo. Un saluto cordiale

    Mi piace

  3. Sembra che il termine “inciucio” sia detestabile.
    Forse e´ vero, ma e´ meno pesante se chiamato “compromesso”.
    A me non piace, ma e´ inevitabile visti i risultati elettorali.
    Del resto gia´ in molti Comuni i socialdemocratici e i moderaterna governano insieme.
    Anche in Italia ed in Germania e´ stato necessario giungere all´inciucio, ma ormai ci siamo abituati e non crea piu´ scandalo.
    Oscar

    Mi piace

  4. Ciao Daniele!
    Leggo da un po il tuo blog. Ho intenzione di trasferirmi tra un anno e mezzo a Stoccolma e ho cominciato a studiare svedese.
    Grazie per i tuoi articoli!
    Buone feste!

    Mi piace

  5. Credo sia il caso di chiamarla democrazia responsabile.
    Non posso votare a favore della finanziaria perchè tradirei i miei elettori.
    Non posso votare contro altrimenti il governo cade e nuove elezioni non giovano a nessuno.
    Mi astengo.Esco dall’aula.I numeri li avete.
    Se voterete compatti li batterete e governerete assumendovi le responsabilità.
    Se non voterete compatti mi assumete le responsabilità di nuove elezioni.
    Solo per questo emigrerei in Svezia.

    Mi piace

  6. Pingback: E la Svezia dichiara il default finanziario… | Un Italiano in Svezia

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...